Medicina rigenerativa in ortopedia

La medicina rigenerativa è un insieme di tecniche innovative che permettono la rigenerazione di tessuti e organi attraverso l'utilizzo di cellule capaci di differenziarsi e specializzarsi attivamente, più comunemente conosciute come cellule staminali.
In particolare, la medicina rigenerativa in ortopedia ha lo scopo di accelerare i naturali processi di guarigione del tessuto muscolo-scheletrico proprio grazie al potenziale rigenerativo di diversi preparati. Questi derivano dalla concentrazione di cellule staminali prelavate dal paziente stesso (Lipogems, Lipocell, BioCue), dal concentrato piastrinico (Fattori di Crescita o PRP), dal concentrato di monociti.
Molto utilizzato in medicina rigenerativa in ortopedia anche il trattamento con acido ialuronico.
L'obiettivo è dunque quello di riparare i tessuti danneggiati attraverso la rigenerazione delle cellule del tessuto stesso, e non attraverso la sua sostituzione con un surrogato artificiale, come avviene nella chirurgia tradizionale.

Medicina rigenerativa in ortopedia: cos'è e come funziona

Le possibilità e le tecniche che possono essere sfruttate in medicina rigenerativa in ortopedia sono veramente moltissime e ancora oggetto di studio nella comunità scientifica internazionale. Il dott. Vinicio Perrone ha iniziato le sue prime esperienze in ortopedia rigenerativa negli anni '90 con gli studi pre-clinici e clinici relativi all'acido ialuronico.
Nei centri ortopedici di medicina rigenerativa in cui riceve, il dott. Vinicio Perrone tratta con successo pazienti affetti da diverse problematiche. Le applicazioni della medicina rigenerativa in ortopedia si rivolgono, infatti, a una grande varietà di disturbi come, ad esempio, l'artrosi della spalla, l'artrosi del gomito, della mano, dell'anca e del ginocchio, tendiniti, problemi articolari di varia natura, anche traumatici e lesioni muscolo-tendinee.
Le tecniche di medicina rigenerativa in ortopedia sono essenzialmente quattro:
  • Le iniezioni endoarticolari con acido ialuronico;
  • L'iniezione di cellule adipose mesenchimali (Lipogems, Lipocell);
  • Le iniezioni o le infiltrazioni con pappa piastrinica o gel piastrinico (PRP);
  • Le iniezioni o le infiltrazioni con monociti (Nstride-APS);
  • Il concentrato di midollo osseo (BioCue).
Le infiltrazioni di acido ialuronico sono state le prime ad essere efficacemente utilizzate come terapia in diversi problemi di natura ortopedica. Si tratta di un procedimento semplice da effettuare e che non presenta controindicazioni, ma che porta a risultati inferiori rispetto alle altre tecniche.

Ortopedia rigenerativa: la medicina del futuro

Il dott. Vinicio Perrone, esperto in medicina rigenerativa in ortopedia, saprà valutare ogni caso in maniera specifica, in modo da indirizzare il paziente verso il trattamento più indicato, offrendo la consulenza e le informazioni necessarie per affrontare il percorso terapeutico in totale serenità.
Molte persone, infatti, ancora non sono a conoscenza delle potenzialità della medicina rigenerativa applicata all'ortopedia. Visti i risultati ottimali, comunque, la curiosità intorno a queste tecniche sta crescendo rapidamente. Quello che fino a pochi anni fa sembrava un approccio possibile solo in un lontano futuro è oggi una tecnica comunemente utilizzata in diversi centri ortopedici specializzati, sia all'estero che in Italia.
I suoi vantaggi sono ad oggi universalmente riconosciuti e sono in corso continue ricerche per aumentare i campi di applicazione della medicina rigenerativa, non solo in ortopedia ma anche in molti altri settori terapeutici. È quindi prevedibile che in un futuro molto prossimo verranno sviluppate ulteriori metodologie di ortopedia rigenerativa, in modo da garantire un utilizzo ancora più grande e una maggior copertura di pazienti.

Ortopedia rigenerativa: la medicina del futuro

Il dott. Vinicio Perrone, esperto in medicina rigenerativa in ortopedia, saprà valutare ogni caso in maniera specifica, in modo da indirizzare il paziente verso il trattamento più indicato, offrendo la consulenza e le informazioni necessarie per affrontare il percorso terapeutico in totale serenità.
Molte persone, infatti, ancora non sono a conoscenza delle potenzialità della medicina rigenerativa applicata all'ortopedia. Visti i risultati ottimali, comunque, la curiosità intorno a queste tecniche sta crescendo rapidamente. Quello che fino a pochi anni fa sembrava un approccio possibile solo in un lontano futuro è oggi una tecnica comunemente utilizzata in diversi centri ortopedici specializzati, sia all'estero che in Italia.
I suoi vantaggi sono ad oggi universalmente riconosciuti e sono in corso continue ricerche per aumentare i campi di applicazione della medicina rigenerativa, non solo in ortopedia ma anche in molti altri settori terapeutici. È quindi prevedibile che in un futuro molto prossimo verranno sviluppate ulteriori metodologie di ortopedia rigenerativa, in modo da garantire un utilizzo ancora più grande e una maggior copertura di pazienti.

Le tecniche di ortopedia rigenerativa

Nel corso degli anni, gli studi scientifici hanno evidenziato la capacità di determinate cellule, le cellule staminali, di attivarsi e prolificare andando a specializzarsi in un determinato tessuto in base alla necessità, rigenerando in tal modo le cellule e gli organi danneggiati.
Le cellule staminali possono essere estratte da varie fonti. A livello embrionale troviamo la più alta quantità di cellule staminali e con il maggior potenziale rigenerativo, ma anche dal soggetto adulto è possibile estrarre efficacemente alcune tipologie di cellule indifferenziate, dall'alto potere rigenerativo.
Da queste ricerche si sono sviluppate le tecniche di ortopedia rigenerativa che sono oggi ampiamente utilizzate in diversi ambiti sanitari.

Iniezioni con acido ialuronico

L'acido ialuronico, il componente principale del liquido sinoviale (ovvero il liquido che si trova all'interno delle articolazioni) nei pazienti affetti da osteoartrosi si riduce come concentrazione e perde le sue proprietà viscoelastiche. L'acido ialuronico introdotto in articolazione favorisce una migliore idratazione del tessuto cartilagineo e ne aumenta le sue proprietà visco-elastiche. Clinicamente il paziente avverte un miglioramento evidente della mobilità articolare ed una riduzione del dolore. L'effetto dura circa 6 mesi/ 1 anno e può essere ripetuto. Va consigliato all’esordio della malattia e nelle fasi di acuzie.
Leggi

Iniezioni con concentrato piastrinico (PRP)

Questa tecnica di medicina rigenerativa in ortopedia sfrutta la capacità dei Fattori di Crescita ottenuti dalle piastrine del sangue. Sembra che la pappa piastrinica agisca inducendo la proliferazione di diversi tipi di cellule e, contestualmente, limiti il processo infiammatorio locale: favorisce la rigenerazione tissutale. L'iniezione del concentrato piastrinico (PRP) in forma liquida o in forma di gel non ha controindicazioni e non presenta rischi di contrarre infezioni o malattie trasmissibili, dal momento che il sangue viene prelevato dal paziente stesso. Si riportano risultati ottimali nel trattamento di tendinopatie, come l'epicondilite o il Tendine d'Achille, delle lesioni muscolari, nella sindrome retto adduttoria (pubalgia) e nel trattamento di lesioni e rotture tendinee e articolari.
Leggi

L'iniezione di cellule adipose mesenchimali (Lipogems)

Stessi vantaggi per la tecnica che prevede l'infiltrazione con cellule mesenchimali (Lipogems, Lipocell). Le cellule mesenchimali sono estratte dalle cellule adipose del paziente, con un piccoli intervento indolore e di breve durata. Attraverso un processo meccanico vengono separate le cellule mesenchimali dagli altri componenti. Le cellule mesenchimali trovano un largo impiego nella medicina rigenerativa in ortopedia, per la terapia di lesioni delle cartilagini articolari e tendinee sia di tipo degenerativo che traumatico. Hanno, infatti, la facoltà di attivarsi e rigenerare i tessuti, indipendentemente dall'età del paziente. È una tecnica che si presta benissimo ad esser utilizzata anche in persone anziane con risultati eccellenti.
Leggi

La medicina rigenerativa in Italia

L'Italia è un paese all'avanguardia per quanto riguarda l'applicazione della medicina rigenerativa in ortopedia. I pazienti trattati testimoniano risultati ottimali sia per il trattamento delle malattie degenerative che in caso di traumi o lesioni sportive.
Le patologie degenerative, come l'artrosi, sono un problema che impatta in maniera notevole a livello personale del paziente, che vede compromessa la sua qualità di vita, ma anche a livello sociale. L'artrosi è una delle malattie degenerative più comuni che, secondo le ricerche, colpisce fino a un decimo della popolazione adulta, con percentuali che toccano il 50% se si prendono in considerazione le persone sopra i 60 anni di età. Avere possibilità terapeutiche alternative (ma anche complementari) alla tradizionale medicina e chirurgia ortopedica è molto importante.
L'ortopedia rigenerativa, infatti, è ideale per trattare le patologie in stadio iniziale, nelle fasi acute e come terapia capace di ritardare il più a lungo possibile l'intervento. Ha anche l'incredibile vantaggio di poter restituire sollievo e una vita più autonoma alle persone anziane e a chi non possa per motivi di salute sottoporsi a un intervento chirurgico. Trova impiego, inoltre, anche per tutte quelle persone che non vogliano ricorrere alla chirurgia tradizionale.

Le applicazioni della medicina rigenerativa in ortopedia

I campi di applicazione della medicina rigenerativa in ortopedia sono davvero moltissimi, con un potenziale in costante crescita, grazie alla continua ricerca scientifica. Le principali problematiche che affliggono i pazienti che si rivolgono a questa branca della medicina riguardano, come abbiamo visto, l'artrosi e le altre patologie degenerative, ma anche altri tipi di lesioni articolari, cartilaginee e muscolo-tendinee.
Il numero forse più grande di applicazioni si hanno per quanto riguarda la medicina rigenerativa del ginocchio e la medicina rigenerativa dell'anca. Sia in caso di disturbi artrosici e degenerativi che di problemi traumatici, il ginocchio e l'anca sono le zone più soggette a sollecitazioni e su cui grava il peso del corpo. Soprattutto dopo una certa età è molto comune avere dolore e difficoltà di movimento.
L'ortopedia rigenerativa per il ginocchio e per l'anca è utile sia per tenere sotto controllo il dolore e aumentare le facoltà motorie del paziente, rallentando il progredire della malattia, sia in caso di coadiuvante nelle guarigione in seguito a riabilitazione e interventi chirurgici.
medicina rigenerativa in ortopedia

Chirurgia rigenerativa: la medicina rigenerativa al servizio della chirurgia

Un particolare utilizzo dell'ortopedia rigenerativa, che merita una citazione più approfondita, riguarda la sua applicazione in sinergia con la chirurgia ortopedica tradizionale.
In caso di interventi chirurgici ortopedici, infatti, è stato visto che è possibile ottenere grandi giovamenti dalla medicina rigenerativa. In questo caso si utilizzano le cellule mesenchimali Lipogems oppure i Fattori di Crescita PRP. In seguito ad un intervento di ricostruzione ossea (osteosintesi) o tendinea, aiutare l'organismo nella guarigione tramite l'utilizzo di cellule mesenchimali o PRP può rendere la ripresa del paziente molto più veloce e completa.
Grazie a questa applicazione della medicina rigenerativa in ortopedia, il recupero sarà più rapido e, di conseguenza, la riabilitazione più semplice da affrontare.

Per essere contattati dal medico

Compila il seguente form dati per essere richiamato il prima possibile, primo contatto gratuito e senza alcun impegno.

Richiedi il tuo Appuntamento presso una delle sedi

ROMA

Italia centro nord

LECCE

Italia Sud
map-marker